Ritmi visivi. Luigi Veronesi nel­l'astrattismo europeo