Identificazioni di somiglianze nel ragionamento per analogia: un transfer progressivo?