Tra la superficie, il profondo e il mercato. Le interpretazioni di "Vittima degli eventi" e il culto di "Dylan Dog"