Barba, glamour, e la promessa di un futuro a-gender