Rec. Rossella Saetta Cottone, Aristofane e la poetica dell'inigiuria