Filologia d'autore e critica delle varianti: a margine dell'edizione di «I Malavoglia»