Il testo esamina gli sviluppi di quella complessa temperie artistica e culturale che, a partire dalla fine degli anni '10 del Novecento fino agli anni '30, investì le avanguardie e condusse molti pittori e scultori ad abbracciare - o riabbracciare - un linguaggio figurativo maggiormente ancorato alla tradizione, pur talvolta non immemore delle esperienze novatrici lasciate alle spalle. Il testo prende in considerazione la situazione a livello europeo, concentrandosi in particolare su autori, opere e tendenze particolarmente emblematici.

La crisi delle avanguardie e il ritorno all'ordine

BOLPAGNI, PAOLO
2007

Abstract

Il testo esamina gli sviluppi di quella complessa temperie artistica e culturale che, a partire dalla fine degli anni '10 del Novecento fino agli anni '30, investì le avanguardie e condusse molti pittori e scultori ad abbracciare - o riabbracciare - un linguaggio figurativo maggiormente ancorato alla tradizione, pur talvolta non immemore delle esperienze novatrici lasciate alle spalle. Il testo prende in considerazione la situazione a livello europeo, concentrandosi in particolare su autori, opere e tendenze particolarmente emblematici.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11389/10265
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact