La legge numero 18 del 27 febbraio 2015, anche dietro la spinta di una posizione costante assunta dalla Corte di giustizia UE, ha rimodulato la disciplina della responsabilitá diretta del magistrato e della responsabilitá solidale dello Stato, che assume il ruolo di condebitore nell´obbligazione solidale passiva in favore di chi e´stato danneggiato dal fatto compiuto nell´esercizio delle funzioni giudiziarie. L´esame della novella -compiuto in chiave storica onde verificare la presenza di radici romanistiche nella attuale disciplina- ha introdotto una serie di novitá sia di tipo processualistico sia di tipo sostanziale, quali ad esempio la riformulazione del concetto di colpa grave, l´eliminazione della clausola di salvaguardia, tendenza al riconoscimento dello stare decisis che pongono non pochi dubbi sulla tutela dell´autonomia e imparzialitá di giudizio del magistrato nell´esercizio delle sue funzioni.

La responsabilitá del giudice

Paola Todini
2018

Abstract

La legge numero 18 del 27 febbraio 2015, anche dietro la spinta di una posizione costante assunta dalla Corte di giustizia UE, ha rimodulato la disciplina della responsabilitá diretta del magistrato e della responsabilitá solidale dello Stato, che assume il ruolo di condebitore nell´obbligazione solidale passiva in favore di chi e´stato danneggiato dal fatto compiuto nell´esercizio delle funzioni giudiziarie. L´esame della novella -compiuto in chiave storica onde verificare la presenza di radici romanistiche nella attuale disciplina- ha introdotto una serie di novitá sia di tipo processualistico sia di tipo sostanziale, quali ad esempio la riformulazione del concetto di colpa grave, l´eliminazione della clausola di salvaguardia, tendenza al riconoscimento dello stare decisis che pongono non pochi dubbi sulla tutela dell´autonomia e imparzialitá di giudizio del magistrato nell´esercizio delle sue funzioni.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11389/25102
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact