Incoscienza di classe: un profilo dei professionisti creativi milanesi