Le dimensioni della precarietà e la resistenza all’università come industria culturale