Giambattista Giovio: un “Cavaliere della Religione”